Terza giornata del RoccaFEST 2022

Domenica 12 giugno ROCCAFEST  giunge alla sua giornata conclusiva.

Si parte alle ore 16.30 con il workshop “Ero goccia” a cura della scrittrice, libraia ed esperta di letteratura per l’infanzia Barbara Ferraro. Ferraro ha una libreria indipendente a Roma, “Il Giardino Incartato”; di formazione filologa, è esperta di fiabe, racconti, leggende popolari. Dopo la laurea in Lingue e letterature straniere ha lavorato presso la Fondazione Roberto Rossellini indagando il rapporto tra parola e immagine. Ha pubblicato molteplici e pluripremiati libri per l’infanzia. A Tivoli la scrittrice presenterà l’albo illustrato “Ero Goccia”, spiegando il processo creativo che porta alla metabolizzazione e poi alla costruzione di una storia. Ragionerà poi sulla poesia per parole e per immagini e su come si costruisca il ritmo tra di esse in un albo illustrato (a cura della Casa Editrice “L’Albero delle matite”).

Alle ore 18 la Master Class “La Tecnica dei Loci – Per un Teatro Possibile” a cura di Valeria Freiberg. “La tecnica dei loci” è un tentativo di rintracciare il passato per comprendere praticamente come l’innovazione diventa una tradizione. Prende la sua ispirazione nella storia del Piccolo Teatro di Milano e del grande regista teatrale Giorgio Strehler. Il workshop si snoderà attorno alle riflessioni dedicate alla storia e alle tradizioni teatrali e registiche del Piccolo Teatro di Milano: tradizioni nate come un esperimento audace fatto di prove, ricerche, scoperte. Il Piccolo Teatro di Milano, fondato nel 1947, come un teatro innovativo, necessario alla società italiana, ha regalato al pubblico un nuovo tipo di attore, una nuova visione del repertorio e dei temi da affrontare, nuove atmosfere teatrali, un nuovo di tipo di rapporto con il pubblico dei giovani. Gli spettacoli, che causarono accese polemiche 73 anni fa, sono diventati cult e sono considerati esempi insuperabili dell’arte teatrale. Nella Master Class si approfondiranno alcuni testi di Strehler, esaminando la relazione tra gli attori sulla scena a tutti e tre i livelli (persona-attore-personaggio); come lavorare con e nella pausa; quindi come riconoscere la verità e la reale intensità degli stimoli testuali, fisici, intenzionali.

In serata si tengono due proposte teatrali.

Alle ore 21 va in scena la rappresentazione “A luci spente”, a cura del Gruppo del Liceo “Chris Cappel College” di Anzio.

Alle ore 22 il Gruppo Universitario “Teatro delle Onde” propone la rappresentazione “Adynaton/ Aδύνατον”.

La rassegna si chiude con la consegna dei Premi speciali: miglior attore, migliore attrice; migliore sceneggiatura originale scritta dai ragazzi; migliore performance corale.

I mass media stanno seguendo la rassegna con grande interesse. In evidenza oggi l’intervista a Valeria Freiberg a Katia Ippaso che appare su Il Messaggero di oggi.

L’intervista si può leggere di seguito.

Powered By EmbedPress